C’è mostro e mostro…

Vogue Gennaio 2013

VOGUE ITALIA – MacroMonster & MicroMusic, un progetto di Alcantara firmato da Felice Limonsani, si ispira ai mostri dell’estro e della capacità, ovvero i mostri sacri, esseri incredibili perché uguali a nessuno. La metafora scelta dallo storyteller, creativo capace di raccontare progetti attraverso una comunicazione emotiva e non convenzionale, sceglie le accezioni positive del mostro, il suo essere unico. Proprio come Alcantara, materiale prodigioso nella sua versatilità e camaleontico di attitudine, che ben si presta a essere protagonista di molteplici racconti e voce di infinite storie.

Il progetto, esposto in esclusiva da Luisaviaroma a Firenze dal 5 al 15 gennaio prossimo, è un’installazione interattiva e sensoriale che coinvolge il pubblico invitandolo a lasciar dialogare i sensi con le infinite possibilità espressive del materiale.

Il celebre concept store ospiterà in contemporanea anche Monster Pool Academy, un forum che seleziona le eccellenze internazionali nei settori della moda, del design e dell’arte e che si inscrive nel percorso di supporto ai giovani creativi inaugurato da Alcantara. I futuri “mostri di bravura”, provengono da alcune tra le migliori scuole al mondo: Escola São Paulo di San Paolo, Brasile; Musashino Art University di Tokyo, Giappone; Shenkar College di Tel Aviv, Israele e School of Form di Poznan, in Polonia; l’Italia è rappresentata dai talenti del Polimoda di Firenze.

Il risultato finale è una interpretazione di Alcantara come materiale crossmediale in un’installazione di sculture, frame digitali e musica elettronica tra breakbeat, glitch e minimal techno. A ciascun visitatore il compito di creare il proprio percorso tra molteplici racconti.

Infiniti, come le possibilità di utilizzo di Alcantara.

download the pdf